Chi sono

Mi presento: sono Lucia, mamma di Vera, nata ad aprile 2008, e di Maia, nata ad aprile 2011. Sono mamma a tempo pieno da quando è nata Vera, mamma in formazione che cerca di migliorarsi quotidianamente grazie alle mie sagge insegnanti. Sono anche psicologa e consulente alla pari per l’allattamento.

La mia prima bambina ha iniziato da subito a guidarmi verso una vita e un modo di vivere più naturale di quello che conducevo prima. Mi ha subito fatto capire quello che voleva, e che alla fine volevamo anche io e suo padre. Non voleva essere disturbata nel pancione con troppi esami, voleva una nascita “dolce” e possibilmente a casa, voleva stare tanto con la sua mamma ed essere allattata a lungo, voleva essere rispettata nel suo essere e nei suoi tempi e modi di crescere e di imparare, e io ho cercato e sto tuttora cercando di realizzare questi suoi e nostri desideri. Dai primi mesi di attesa ho iniziato un percorso di cambiamento di cui all’inizio non mi rendevo bene conto, ma che a cose fatte si è rivelato molto importante. Infatti, la mia bambina è nata a casa, è stata allattata fino a quando ha voluto, è stata sempre portata molto in braccio e nella fascia, e abbiamo sempre cercato e cerchiamo tuttora di rispettare i suoi tempi e il suo carattere.

La mia seconda bimba è nata anche lei in casa, alla sola presenza della mia ostetrica, mentre papà e Vera erano in cucina. E’ nata in acqua, con Lotus birth, e anche per lei ci sono stati allattamento a termine e fascia e cosleeping. Dormiamo ancora tutti insieme!

Ho deciso di “dare alla luce” questo blog per condividere con altre mamme il nuovo mondo in cui mi sono “tuffata” da quando sono mamma, il mondo della maternità (e paternità) naturale. Qui dentro troverete consigli, notizie, riflessioni che hanno sempre come punto di riferimento la naturalità dell’evento “diventare genitore”.  Si parla di gravidanza, di parto, di essere genitori in modo consapevole, perché secondo me è il solo modo per crescere i nostri bambini rispettando i nostri e i loro bisogni, e per cercare di dare un contributo alla società di domani.

Infatti, come dice Michel Odent, “all’inizio del Ventunesimo secolo sviluppare la capacità di amare e di rispettare il prossimo, oltre che la Madre Terra, sta finalmente diventando un presupposto fondamentale per la sopravvivenza sia del pianeta sia del singolo individuo”.

DSCN6120