Con il caldo… via il pannolino!

L’estate sarebbe già iniziata da un po’, ma quest’anno il tempo è stato un po’ strano, e insomma anche io mi sono accorta in ritardo che questo argomento non era stato ancora trattato! Grazie ad un’amica vista di recente provo a mettere nero su bianco la mia esperienza di spannolinamento, anche se non mi sento affatto un’autorità in questo campo!

Di solito si aspetta appunto il caldo per togliere il pannolino, perché è più facile tenere il bambino nudo, i vestiti si asciugano in fretta e quando ci si bagna in giro è facile cambiarsi. Detto ciò, non è affatto condizione necessaria per togliere il pannolino, anche se come appena detto, il caldo può aiutare. I bambini abituati già al vasino, anche dalla nascita, anche solo al cambio di pannolino, anche se non si fa EC (Elimination Communication: http://www.evassist.it/) dovrebbero trovare più facile il passaggio dal pannolino alla mutandina, specie se già prima di lanciarsi in questa impresa ogni tanto capita di lasciarli nudi, in modo che possano già iniziare a cogliere la connessione tra lo stimolo della pipì e il suo effetto, ovvero che la pipì cade a terra, e ci si bagna!

Per quanto riguarda l’età, non è vero che è meglio aspettare dopo i due anni, perché a volte i bimbi possono essere pronti anche prima, anche verso i 18 mesi, dipende molto dal bambino e da come è stato abituato fino ad allora. Forse non è realistico pensare di togliere il pannolino in pochi giorni ad un bimbo che ha sempre usato i pannolini usa e getta e che non ha mai visto un vasino, ma con un po’ più di tempo e impegno ci si può riuscire. L’importante, a qualunque età, è non prenderla male se le cose non vanno come si pensava, darsi la possibilità di tornare indietro se si vede che il bambino non è pronto o se voi non siete in un momento tranquillo emotivamente e rischiate di reagire male. Non succede nulla, ci si riprova più in là!

In pratica, si inizia a tenere il bambino senza pannolino, inizialmente magari a casa per vedere come va, gli si dice che può provare a fare la pipì come i grandi, come mamma e papà, nel wc o nel vasino, dove preferisce. Alla prima pipì e anche alle successive i bimbi potrebbero rimanere stupiti di cosa accade, perché essendo abituati al pannolino non si sentivano bagnati, e comunque la pipì non finiva a terra! Gli si può far notare che ha fatto la pipì, e magari portarlo in bagno per vedere se c’è ancora qualcosa. Piano piano collegheranno il wc al fare la pipì, e nel giro di qualche giorno, se è il momento giusto, dovrebbero iniziare a trattenere un po’, magari fermandosi dopo qualche goccia di pipì, e se li si porta tempestivamente in bagno di solito finiscono quello che hanno iniziato. Che soddisfazione le prime volte! Dopo questo passaggio dovrebbe accadere che il bimbo sente lo stimolo e trattiene, chiama la mamma e dice pipì, la mamma lo porta in bagno e lui fa lì la pipì. Quando questo succede e diventa la regola (le eccezioni, le pipì perse possono continuare ad esserci anche per mesi e anni!), si può dire che lo spannolinamento è sulla buona strada, e quando diminuiscono molto le pozzanghere in casa e diventano un’eccezione, per più di qualche giorno, si può dire che è andata! 😉

Io di solito propongo la pipì quando ritengo che sia passato abbastanza tempo dall’ultima volta, per cercare di evitare allagamenti, ma non sempre mi ricordo! Tra le proposte e le richieste del bambino stesso ci si dovrebbe arrangiare, anche se a volte i bimbi sono talmente impegnati che se proponi loro di andare in bagno dicono di no, ma poi dopo pochi attimi la pipì esce comunque, lì dove sono!

Non ci si deve arrabbiare, è normale e accade appunto anche ai bimbi più grandi. Lo spannolinamento è un processo lento, che anche se va bene richiede del tempo per giungere a termine. Ci possono essere periodi in cui va molto bene, e altri in cui sembra di tornare indietro, per poi ricominciare ad andare bene. Ci possono essere bimbi che fuori casa non perdono una pipì ma che in casa se la fanno spesso addosso, o viceversa. Ci sono bimbi che vanno benissimo con la pipì e che non vogliono fare la cacca nel wc, o viceversa. Ci sono bimbi che all’asilo o coi nonni vanno benissimo e con la mamma no, o viceversa… Insomma, la variabilità è grandissima, perciò è difficile dare consigli e indicazioni che vadano bene per tutti.

I consigli che mi sento di dare a livello generale sono questi:

  • aspettare che il bambino sia pronto ed eventualmente tornare sui propri passi per riprovare più avanti
  • non sgridare mai il bambino e non mortificarlo per le pipì andate per terra
  • osservare le sue reazioni per capire se stiamo andando bene
  • non dare premi al bambino quando fa la pipì al posto giusto, basta il sorriso della mamma che per loro è la cosa più importante

Ecco, al momento queste sono le cose che mi vengono in mente, se volete aggiungere qualcosa commentate qui sotto!

Vi lascio solo alcuni titoli di libri molto interessanti: “Senza pannolino. Come educare al vasino sin dai primi mesi di vita” di Laurie Boucke e “Via il pannolino! Come dare l’addio al pannolino in una prospettiva educativa, etica ed ecologica” di Elena Dal Prà.

DSCN5066

Ti è piaciuto questo articolo? Condivilo!
Pubblicato in Essere genitori
2 commenti su “Con il caldo… via il pannolino!
  1. sara ha detto:

    Luna ha nove mesi. Avrei voluto fare EC dalla nascita ma poi non me la sono sentita di caricarmi anche di questo “lavoro”.
    però già da qualche settimana abbiamo iniziato!
    e la bimba è bravissima! quasi tutte le pipì e la cacca finiscono nel vasino. se questo non succede, di solito, è perchè siamo in giro e non ho proposto o comunque per colpa mia. naturalmente Luna non parla e non cammina, perciò per lei è difficile arrangiarsi! spesso prima di far pipì si agita, se è seduta vuole alzarsi o qualcosa del genere…altre volte capita che non dia alcun segnale!
    Io propongo il vasetto circa una volta ogni 45-60 minuti! Mi sono resa conto che usiamo i pannolini per nostra comodità, e va bene, ma non deve essere piacevole per i bimbi tenere addosso giorno e notte questo “pacco regalo”…spannoliniamoli appena possibile!ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*