Il neonato e il nuovo mondo

Oggi sono in vena nostalgica, così ho ripescato un libro a me carissimo, che ho voglia di rileggere anche se non sono in attesa, e che si chiama “Venire al mondo e dare alla luce”, della bravissima ostetrica italiana Verena Schmid. Ecco un passo del terzo capitolo, ecco come si sente un bimbo che nasce, che esce dall’utero della propria madre per atterrare in questo nostro mondo… Non penso ci possano essere parole migliori per descrivere la magia di questo momento unico…

“Vengo investito da un uragano di sensazioni sconosciute. Le mie antenne sensoriali sono attive al massimo. La mia pelle è esposta all’aria senza la protezione del liquido amniotico: mi sento come scorticato. La temperatura è bassa; luci penetrano nei miei occhi; rumori e suoni acuti colpiscono le mie orecchie; la mia schiena si estende tutta; le membra sono pesanti nell’aria. per un momento ritorna la prima paura: sono caduto nel vuoto, sono perso. Poi la consapevolezza: ecco la vita; il percorso ricomincia.

Limitato in un piccolo corpo impotente, devo imparare tutto. Devo andare incontro al mio destino. In rapida sequenza rivedo le mie esperienze precedenti e vedo tutto quello che ho davanti. Poi, assorbito dalle nuove sensazioni, ancora comincio la mia ricerca della riva, del bosco che mi accoglie affinché possa vivere. Lentamente comincio a respirare e sento la mia voce per la prima volta. Sento che di nuovo sono in gioco la vita e la morte. Una nuova forza mi attraversa come una corrente elettrica.

Con determinazione cerco la voce, l’odore di mia madre; mi muovo verso di lei, in una direzione precisa… ed ecco i suoi occhi che incontrano i miei. La salvezza!

Lei è là, mi cerca, mi accoglie, mi tocca, mi prende in braccio, mi avvicina al seno, ancora una volta mi nutre. Ah…, che grande sollievo!

SONO! Sono nato! Posso vivere! La tensione cala, mi tranquillizzo e lentamente arriva la pace. Il mio corpo è di nuovo contenuto, ora, dalle braccia della mia mamma. Il calore conosciuto del suo corpo mi conforta. Ci guardiamo negli occhi e ci riconosciamo. Sì, sei quella che ho sentito da dentro! Sì sei il mio bambino che ho sentito dentro di me!

Onde d’amore si propagano dall’uno all’altra. Ne ho portato tanto di amore con me, tutto per lei e per il mio papà. Da dove vengo è tutto amore. …”

Ti è piaciuto questo articolo? Condivilo!
Pubblicato in Parto Taggato con: , , , , ,
5 commenti su “Il neonato e il nuovo mondo
  1. sara ha detto:

    Che bello…

  2. Sara ha detto:

    Meraviglioso!

  3. Chiara ha detto:

    Che bello…che emozione, leggerlo, ed essere anche in dolce attesa…

  4. Federica ha detto:

    Bello, che emozione… In particolare questo passaggio “Con determinazione cerco la voce, l’odore di mia madre; mi muovo verso di lei, in una direzione precisa… ed ecco i suoi occhi che incontrano i miei. La salvezza!”. A distanza di quasi due anni ho impresso quell’istante, quegli occhioni che mi hanno fissata per la prima volta e mi dicevano “sei qui”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*