Una giornata “normalmente speciale”…

Oggi pomeriggio siamo andati qualche ora al lago di Candia (TO), niente di speciale (dobbiamo ancora visitare il più, oggi siamo stati fermi nel piccolo prato dove ci sono anche dei giochi per bambini), ma per noi, come ho scritto nel titolo, è stato un pomeriggio di “straordinaria” normalità…
Maia si è addormentata in macchina e io ho aspettato con lei che si svegliasse, poi abbiamo raggiunto Vera e il papà… Appena arrivate, non era molto convinta, e cercava di capire dove si trovava…

Poi ecco arrivare Vera che le sorride

Ed ecco che Maia vede anche il suo papi e gli tende le manine… Prendimi, papà!

Giochiamo un po’ a palla?

Oh no Vera si allontana di nuovo… ma dove sta andando?

Eccola lì pronta a scivolare! :)

Allora ci provo anche io!

E la mamma ora vuole fare una foto solo con me, non ne abbiamo quasi nessuna insieme…

Ma una tutte insieme noi 3 donne? Dai papi una foto!!!

E ora andiamo a riposarci sulla coperta… Ma Vera si improvvisa fotografa e stupendoci tutti ci fa delle foto bellissime! E usa la macchina per la prima volta!

E prima di andare a prendere il gelato, un saluto al lago che ci ha fatto vivere delle ore così serene… e un omaggio al mei tai ultimo arrivato!


Un enorme grazie alla mia famiglia! Ne avevo bisogno!

Ti è piaciuto questo articolo? Condivilo!
Pubblicato in Essere genitori, Notizie e pensieri Taggato con: , , , ,
4 commenti su “Una giornata “normalmente speciale”…
  1. Gloria scrive:

    Che dolcezza Lucia! E che brava Vera a scattare quella foto, c’è gente adulta che non è capace di fare un’inquadratura simile! Belli belli! :-)

  2. Lucia, complimenti, siete proprio radiosi!!!!! una curiosità: come lo incroci il mei tai? mi piace!!! perchè io lo incrocio diversamente?! …..tu dirai “Perchè ci sono tanti tipi di legature” ?! boh…ma la tua mi piace, sostiene bene!

  3. Lucia scrive:

    Ma grazie! :) Il mei tai lo incrocio (anzi incrociavo, non lo uso quasi più!) così: passo le fasce sopra le spalle, incrocio dietro la schiena e riporto davanti, e avendo questo mei tai le fasce molto lunghe, incrocio ancora sotto il culetto aprendo bene la stoffa, così sostiene bene e riporto dietro e lego. Con l’altro mei tai con le fasce più corte legavo sotto il sederino perché dietro non ci arrivava!

  4. che rinco che sono….. ANCH’IO FACCIO COSììììì!!!!! ;) ho capito però, il mio ha spallacci più stretti, quindi non si notano quanto sul tuo :) hihhihiiii….ciaooo!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>