La nanna nel mei tai…

Sono le 11 di sera, in casa c’è silenzio, solo il ticchettìo dell’orologio e il suono delle mie mani sulla tastiera del pc… Vera dorme nel lettone col papi, Maia dorme nel mei tai. Ogni tanto, come stasera, Maia decide che non ha voglia più di latte, non vuole stare nel letto, si agita e forse è anche disturbata da altro ma non so bene cosa, quindi provo ad alzarmi con lei e a cullarla, ma niente… Sembra assopirsi ma poi si scoccia dei cambi di posizione, dei miei muscoli che si stancano del suo peso, e quindi l’unica è la fascia, anzi il mei tai. Messa lì dentro, in pochi secondi si lascia andare, inizia la sua cantilena ripetitiva e ritmica, e presto chiude gli occhi e si rilassa, a contatto col corpo della sua mamma, stretta stretta, con l’orecchio sul mio cuore… Non so chi delle due abbia iniziato a cantare questa cantilena per addormentarsi… sono stata io o ho imparato da lei? Lo fa da quando era piccolissima, si ninna da sola e a volte lo faccio anche io per aiutarla a incontrare il sonno che non arriva… E anche per cercare di calmarla quando tutto il resto non serve… Anche Vera, quando Maia piange e non riusciamo subito a calmarla, parte con la cantilena! Insomma, è adottata da tutta la famiglia ormai, è una di quelle cose che può aiutare a risolvere le situazioni critiche… Ma a poco serve se non è abbinata al mei tai, o comunque alla fascia…

Dormire nel mei tai le piace molto, sia davanti che sulla schiena, e anche a me piace averla addosso che se la ronfa… Posso sentire il profumo della sua testolina, il suo respiro che cambia a seconda della fase del sonno in cui si trova, cullarla semplicemente col movimento del mio corpo, allattarla senza spostarla e senza farla scendere, e stare anche con la mia primogenita a giocare o a fare le bolle, quando siamo fuori… O se no cucinare, pulire o fare qualsiasi altra cosa che richieda il momento! Unico “neo”: non ci si riposa molto, specie quando il peso del cucciolo aumenta, ma i benefici superano alla grande questo piccolo inconveniente!

Buone nanne portate a tutti! ^_^

Ti è piaciuto questo articolo? Condivilo!
Pubblicato in Portare i bambini Taggato con: , , , , ,
4 commenti su “La nanna nel mei tai…
  1. Massimo ha detto:

    Aggiungo solo che questo sistema funziona alla grande anche con papi 🙂
    L’ho potuto sperimentare con successo giovedì scorso, 2 minuti di cantilena, poi una bella dormita con la guancia appoggiata al petto del suo papi

  2. Lucia ha detto:

    Allora, visto che ci tieni a dirlo, facciamo che ti impegni a portarla anche di più, così la mia schiena si riposa un po’! 😛

  3. Federica ha detto:

    Che bello Lucia, come al solito hai trovato le parole per descrivere qualcosa che condivido pienamente! Anche Emanuele adora (come in questo momento!) dormire nel mei tai ed e’ l’unica cosa che lo rilassa quando tutto il resto non funziona… Anche lui si canta la ninna nanna, una specie di lamentino “aaaaaaaaa oooooooo” che a volte intoniamo insieme o lui solo e, come dici tu, non so chi lo abbia inventato dei due. Una volta in un negozio ha iniziato a cantare da solo e la signora che mi stava servendo mi ha chiesto “ma cos’ha?” e io “niente, si canta la ninna nanna”… dopo due minuti l’ha guardato (io no, mi basta il suo respiro per sapere se e’ sveglio…) e dormiva beato e lei non ci credeva!

    Tenerlo a dormire così e’ stupendo… Sentire il suo respiro, il suo cuoricino vicino a me e il suo profumo… So già che mi mancherà tantissimo quando crescerà e non vorrà più starci!

    A proposito, seguendo il tuo consiglio sul forum di VM ho preso il BB tai e mi trovo benissimo! Grazie!

  4. Lucia ha detto:

    Sì è vero le altre persone rimangono colpite, per non dire stranite, delle ninne nanne dei nostri piccoli… a me invece sembra così normale! E anche io ogni tanto penso che mi mancherà avere la mia piccolina addosso, addormentarla così, tenermela stretta e sentire il suo odore buonissimo… ma finché c’è godiamocia questo miracolo!
    Sono felice che tu ti trovi bene col BBtai, io continuo a consigliarlo a tutti, io lo adoro! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*