Eccomi di nuovo neo-mamma…

Un piccolo post per annunciarvi la nascita della mia seconda meraviglia, Maia… Maia è nata domenica sera, alle 21.15, dopo circa 11 ore di prodromi e 2 ore di travaglio molto intenso… E’ nata nella piscinetta per bambini che un’amica mi aveva inviato, nel nostro bagno, nella luce soffusa, alla sola presenza della carissima Carla, la mia ostetrica… Vera e mio marito erano in cucina, venivano a controllare ogni tanto ma la bimba ha deciso di voler restare fuori e di venire a conoscere Maia solo dopo nata, e così è stato. E’ stato un parto bellissimo e quasi incredibile per le sensazione che ho provato, così diverse dalla prima volta…

Maia, quando è nata, è stata presa dalle mani della sua mamma ed è affiorata in superficie con gli occhi aperti per conoscere la sua mamma… E dopo pochi attimi sono arrivati il papà e la sorellina a conoscerla… eravamo tutti convinti che fosse un maschietto, invece ecco un’altra femminuccia! In questo momento Maia è ancora attaccata alla sua placenta, che deciderà lei stessa quando lasciare, e questo ci fa vivere per qualche giorno in un mondo sospeso, in un’atmosfera ovattata che non si può spiegare…

Appena avrò tempo scriverò il racconto dettagliato, per il momento questo è solo un piccolo riassunto! Ora mi godo le mie piccole e le prime difficoltà da mamma bis, ma spero di poter tornare presto attiva con i miei piccoli post! Un saluto a tutti quelli che mi seguono con affetto!

Ti è piaciuto questo articolo? Condivilo!
Pubblicato in Notizie e pensieri
5 commenti su “Eccomi di nuovo neo-mamma…
  1. Laura ha detto:

    Che bello Lucia, sei già qui…Che emozione.
    Un bacione grande a te e alle tue principesse….a presto cara.
    Laura.

  2. Frida ha detto:

    Mi viene il groppo in gola…
    Benvenuta piccola Maia!
    Vi abbraccio tutti e buon nuovo inizio da mamma bis :)!

  3. elena ha detto:

    Benvenuta Maia!

  4. Lucia ha detto:

    Grazie care amiche! Maia ha lasciato la sua placenta in quarta giornata, e per ora continua ad essere tranquillissima… Mangia tanto ma dorme anche tanto, così ci abituiamo alla sua presenza piano piano, senza “strappi” troppo grossi, soprattutto per la sorellina! A presto, spero!

  5. Massimo ha detto:

    L’essenziale comunque l’hai già raccontato. E’ stata una giornata davvero particolare, fin dal mattino, quando io e la piccola Vera eravamo andati da soli al parco, e Vera, per la prima volta in 3 anni, mi ha detto che le piaceva stare in auto! Inaspettato e imprevedibile, almeno dal mio punto di vista, l’atteggiamento della nostra piccola durante il travaglio… la sua strana tranquillità, che a momenti appariva quasi indifferenza… io e lei in cucina a cenare tranquilli, guardando il dvd dell’Era Glaciale 3, tu e Carla nel nostro bagno spazioso, anche voi tranquille. Dopo che al terzo tentativo di assistere alla nascita di Maia, Vera mi ha detto che desiderava tornare in cucina per mangiare il quarto piatto consecutivo di melanzane… ho capito che questa volta non avrei assistito al momento fatidico, e così è stato! Ma nello stesso momento ho anche capito che ciò non aveva in fondo molta importanza per me. La nascita non è un evento sportivo da fotografare, filmare, analizzare, scomporre, e rivedere cento volte. Non è così fondamentale essere lì a guardare. E non è neppure necessario ripetere le stesse esperienze. Ho assistito completamente alla nascita di Vera, dovevo per forza assistere anche a quella di Maia? Ho preferito lasciare accadere quello che stava accadendo, godendomi quell’irripetibile magia a cui si partecipa anche senza l’aiuto del senso della vista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*